Ventisei, Il Rio, 2012

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
image_pdfScarica in PDF

Di Antonio Indovino

Toscana Rosso IGT, Ventisei, Il Rio, 2012

 

Eccomi qui, ancora una volta e con grande piacere a parlare di Paolo Cerrini: eno-artigiano ed appassionato per l’agricoltura, che ha deciso di abbandonare la sua attività di orafo per coltivare una passione che lo ha portato a creare un marchio “cult” per gli  adetti ai lavori. Ho avuto modo di scriverne in precedenza, ed in particolare di un altro suo vino al quale vi rimando (leggi la degustazione dell’Annita 2014) per poter leggere la “storia” di Paolo e le mie personali impressioni sull’altro vino.

Quest’oggi sono qui a raccontare il Ventisei 2012, un rosso da Pinot Nero anch’esso prodotto a Vicchio di Mugello, sull’Appennino Tosco-Romagnolo. Le uve completamente diraspate subiscono una parziale macerazione carbonica, dopodichè il mosto fermenta in acciaio a temperatura controllata. In seguito il vino viene elevato in barriques per 12 mesi sulle sue fecce, dove svolge anche la malolattica, per poi affinare in bottiglia altri 12 mesi prima della commercializzazione.

Nel calice si presenta con una trasparente, vivida e meravigliosa veste rubina attraversata da riflessi color mattone che si concretizzano all’orlo nel bicchiere. Il naso è sottilissimo, elegante e ben stratificato. Dopo la fase di “chiusura” iniziale in cui predomina una nota di cuoio, lo spettro olfattivo è divenuto man mano più arioso, aprendosi su toni di piccoli frutti rossi maturi, caramella al lampone, fiori composti, caffè, liquirizia, menta candita e carbone dolce. Elegantissimo in bocca, morbido, suadente, appeso al filo di un’acidità vitale sul cui gioco trovano forza dei tannini perfettamente maturi ma mai invasivi, quasi comprimari. Il sorso chiude con una piacevole e stimolante sapidità ed una lunga carrellata di richiami prevalentemente fruttati, poi tostati e terrosi.

Un vino che fa della piacevolezza di beva la sua pricipale chiave di lettura, che si offre con lentezza al naso e sa ripagare chi ha la pazienza di aspettarlo senza troppe “torture” nel calice.

Da bere adesso, senz’altro, perchè è al suo apice evolutivo, magari servendolo non oltre i 16°C in abbinamento a dei Tagliolini Cacio, Pepe e Bottarga.

Prezzo in enoteca: 20-25€
Contatti: www.ilriocerrini.it


Antonio Indovino, Sommelier dello Yacht Club di Marina di Stabia,
Degustatore Ufficiale e Responsabile del GDS AIS Penisola Sorrentina
 

I contenuti presenti sul blog Il Narratore Enoico, dei quali è autore il proprietario del blog, non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © Il Narratore Enoico by Antonio Indovino. All rights reserved.
 

Lascia un commento