Rieci, Ducato di Chianche, 2015

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
image_pdfScarica in PDF

Di Antonio Indovino

Greco di Tufo DOCG, Rieci, Ducato di Chianche, 2015

Greco di Tufo Rieci 2015

Ducato di Chianche nasce dalla passione per il vino di due grandi professionisti, Antonio Iannuzzi e Filippo Cannata: l’uno Ingegnere Elettronico, esperto in analisi ed intelligenza artificiale, l’altro tra i più famosi Light Designer al mondo. Li accomuna l’idea di valorizzare il territorio e le sue tradizioni, grazie alla quale è nata una grande amicizia e, dal 2006, questa avventura nel mondo del vino. Quest’oggi vi parlo del loro del loro Greco di Tufo Rieci targato 2015. Il nome è l’espressione dialettale con cui viene chiamata la sorgente Greci che attraversa Chianche, e la tradizione vuole che i chianchesi siano molto longevi perché bevono quest’acqua. Si tratta di un Cru, da un vigneto che si articola su 3 pendenze diverse e con altrettante esposizioni e variazioni orografiche, condotto rigorosamente in regime biologico. L’enologo Sergio Pappalardo è il “Duke”, il “padrone” assoluto della cantina, in cui pressa i grappoli di Greco interi, separandoli poi dalle parti solide per flottazione, ed avviando la fermentazione a temperatura controllata in tini di acciaio, dove il vino resta a maturare per 9 mesi prima dell’imbottigliamento. 

Alla vista si tinge di un lucente giallo che vira verso l’oro, molto composto nelle roteazioni del calice, facendo presagire una struttura di tutto rispetto. Al naso è esplosivo, ricco, si susseguono profumi di resina e di idrocarburi, poi anice ed erbe aromatiche, arancia amara ed albicocca mature. Il sorso è caldo, pieno ed avvolgente, perfettamente bilanciato da una grandissima freschezza ed una sapiditá che a tratti sembra prendere il sopravvento, accompagnandolo in un allungo in cui si ripete, con perfetta rispondenza, il completo quadro aromatico. 

Un vino che ha stoffa e carattere da vendere, che trasmette luce, vitalità ed espressività, delineando un profilo ricco di sfaccettature ed armonioso: concetti molto cari a Filippo ed Antonio. Personalmente lo berrei in un ampio calice a 10°C, abbinandolo a del Vitello tonnato.

Prezzo in enoteca: il vino viene venduto solo in ristoranti/enoteche selezionate
Contatti: www.ducatodichianche.com

Antonio Indovino, Sommelier dello Yacht Club di Marina dfi Stabia,
Degustatore Ufficiale e Reponsabile del GDS AIS Penisola Sorrentina

I contenuti presenti sul blog Il Narratore Enoico, dei quali è autore il proprietario del blog, non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © Il Narratore Enoico by Antonio Indovino. All rights reserved.   

Lascia un commento

Antonio Indovino sommelier nato a Vico Equense in provincia di Napoli è grande appassionato del mondo del vino, degli sport e di tutto ciò in cui c’è sana competizione.

Recent Posts