Pietramara Etichetta Nera, I Favati, 2015

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
image_pdfScarica in PDF

Di Antonio Indovino

Fiano di Avellino DOCG, Pietramara Etichetta Nera, I Favati, 2015

Eccomi qui, ancora una volta, a parlare di un Fiano e di un’azienda che si è imposta tra le più rappresentative nella tipologia: I Favati di Rosanna Petrozziello, del marito Giancarlo Favati e del cognato Piersabino.
Avendo avuto già modo di parlarne, vi rimando all’articolo precedente (leggi del Pietramara Etichetta Bianca 2011) per informazioni più dettagliate sul contesto storico ed orografico.
Il Pietramara Etichetta Nera, vinificato esclusivamente in acciaio, nasce dalla parte più bassa della vigna di Atripalda, quella impiantata per ultima ed esposta a Sud-Ovest.

Nel calice questo Fiano si tinge di una lucente veste paglierina dai riflessi dorati. Al naso sprigiona profumi di mela golden e di ananas non perfettamente mature, di narcisi, di salvia e di mandorla amara. Il sorso è schietto, fresco e piacevolmente sapido, con una chiusura intrisa di sapidità e di aromi sia fruttati che erbacei.

Un bianco dell’avellinese da abbinare a 10°C con i Paccheri allo scoglio, o da conservare in cantina per qualche anno ancora, in modo da poterne apprezzare una ulteriore evoluzione in bottiglia.

Prezzo in enoteca: 1015
Contatti: www.cantineifavati.it

Antonio Indovino, Sommelier dello Yacht Club di Marina di Stabia,
Degustatore Ufficiale e Responsabile del GDS AIS Penisola Sorrentina
 

I contenuti presenti sul blog Il Narratore Enoico, dei quali è autore il proprietario del blog, non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © Il Narratore Enoico by Antonio Indovino. All rights reserved.
 

Lascia un commento