Greco di Tufo, Claudio Quarta, 2012 (Magnum)

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
image_pdfScarica in PDF

Greco di Tufo Claudio Quarta 2012

Di Antonio Indovino

Greco di Tufo DOCG, Claudio Quarta, Sanpaolo, 2012 (Magnum)

La storia enologica di Claudio Quarta inizia nel 2005, con la decisione di abbandonare il camice, ed una brillante carriera da ricercatore e da imprenditore farmaceutico, per indossare i panni del vignaiolo tra la sua terra, il Salento, e l’avellinese. Tre cantine diverse, in tre territori distinti: Tenute Eméra, Cantina Moros e Cantina Sanpaolo, con il pallino in testa di emozionare ed emozionarsi, e lo sguardo fisso su due linee direttrici a lui molto care, quali la ricerca e la sostenibilità.

Quest’oggi sono qui a parlarvi della 1° edizione del Greco di Tufo Claudio Quarta, la 2012, prodotto in una tiratura limitata di 2002 magnum. È frutto di una selezione di uve provenienti dai vigneti di Montefusco, allevati a 700m di altitudine, che l’enologo Vincenzo Mercurio ha vinificato in acciaio con una sosta sui lieviti di 12 mesi prima dell’imbottigliamento.

Nel calice è tinto di un paglierino carico dai riflessi dorati, denso e dalla grandissima vivacità di colore. Il naso è d’impatto, espressivo e ricco di sfumature odorose ben distinte che si susseguono l’un l’altra. In prima istanza sono netti e predominanti i profumi che ricordano gli idrocarburi e lo zolfo, che poi si fanno comprimari e lasciano il palcoscenico all’albicocca matura, alla buccia di mandarino candita, al miele, ed infine al rosmarino, al fieno ed ai fiori gialli secchi. In bocca ha carattere, struttura e dinamismo, complice un comparto fresco-sapido capace di mettere in secondo piano l’avvolgenza e la morbidezza iniziale, e di caratterizzare la bevuta con una grande sorbevolezza ed una pungente sensazione tattile che a tratti lo rende quasi masticabile. Il quadro, infine, è armoniosamente completato da una lunga chiusura di bocca scandita soprattutto dai ritorni erbacei e terziari. 

Un bianco perfettamente integro, che si trova in uno stato di forma invidiabile, a garanzia di ulteriori prospettive future. Da bere in un ampio calice intorno ai 10°C, in abbinamento ad un Pollo arrosto con patate.

Prezzo in enoteca: 75-85€
Contatti: claudioquarta.it

Antonio Indovino, Sommelier dello Yacht Club di Marina di Stabia,
Degustatore Ufficiale e Responsabile del GDS AIS Penisola Sorrentina
 

I contenuti presenti sul blog Il Narratore Enoico, dei quali è autore il proprietario del blog, non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © Il Narratore Enoico by Antonio Indovino. All rights reserved.
 

Lascia un commento

Antonio Indovino sommelier nato a Vico Equense in provincia di Napoli è grande appassionato del mondo del vino, degli sport e di tutto ciò in cui c’è sana competizione.

Recent Posts