Colle Santa Marina, Giuseppe Apicella, 2012

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
image_pdfScarica in PDF

Di Antonio Indovino

Costa D’Amalfi, Tramonti Bianco DOC, Colle Santa Marina, Giuseppe Apicella, 2012

Colle Santa Marina 2012 Giuseppe Apicella

Tramonti, dal latino terra intra montes, è il cuore verde della Costiera Amalfitana, incastonato tra i Monti Lattari, e noto sin dall’epoca romana per l’eccellenza dei prodotti agricoli. Qui la Famiglia Apicella da generazioni produce vini da 7 ha di vigne di proprietà, impiantante ai primi del ‘900, e dislocate come piccoli fazzoletti nelle frazioni di Campinola, Capitigliano, Pietro e Polvica. Fino ai primi anni ’70 sono stati produttori di vino sfuso, poi Giuseppe decise di imbottigliare a proprio marchio il suo vino. La prima annata ad essere commercializzata è stata quella del ’77, con 3000 bottiglie di Tramonti Rosso che diedero il via all’Azienda Vinicola Giuseppe Apicella. Una realtà che quest’anno ha compiuto 41 anni, che si è evoluta ed ha mantenuto il passo coi tempi senza mai perdere la propria identità fortemente territoriale: con la stessa passione degli inizi, quella che Giuseppe ha saputo tramandare ai figli, Fiorina e Prisco, che oggi lo affiancano. Fiorina occupa un ruolo amministrativo mentre Prisco, laureato in Viticoltura ed Enologia all’Università di Torino, ha il duro compito di portare in bottiglia l’unicità del territorio e delle varietà che da secoli vi si allevano!

Quest’oggi vi parlo del Colle Santa Marina, il bianco di punta ottenuto dalle alloctone Falanghina e Biancolella in blend con la Pepella e la Ginestra, strettamente autoctone della Costa D’Amalfi: vinificate in barrique per 3 mesi e maturate poi in acciaio per 1 anno.

Nel calice è tinto di un giallo oro, vivido e consistente. Al naso è intenso, stratificato e di grande pulizia e finezza. Al primo impatto si percepiscono resina, miele di eucalipto e vaniglia, poi cantalupo e tè alla pesca, la mimosa e l’origano, con una nota salmastra di fondo. Il sorso è ricco, avvolgente, puntualmente sostenuto da una buona dose di freschezza ed una mineralità pungente che si interseca a lunghi ritorni erbacei e salmastri.

Un bianco che berrei in un calice di media ampiezza ad una temperatura di 10°C, abbinandolo a degli Spaghetti alla Nerano.

Prezzo in enoteca: 15-20€
Contatti: www.giuseppeapicella.it

Antonio Indovino, Sommelier dello Yacht Club di Marina di Stabia,
Degustatore Ufficiale e Responsabile del GDS AIS Penisola Sorrentina

I contenuti presenti sul blog Il Narratore Enoico, dei quali è autore il proprietario del blog, non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright ©
Il Narratore Enoico by Antonio Indovino. All rights reserved.

Lascia un commento