Biancuzita, Torre A Oriente, 2014

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
image_pdfScarica in PDF

Di Antonio Indovino

Falanghina del Sannio DOC, Biancuzita, Torre A Oriente, 2014

Biancuzita Torre A Oriente 2014

Siamo a Torrecuso, in provincia di Benevento, sulle pendici del Massiccio del Taburno. In questo contesto collinare, sotto la conduzione di Patrizia Iannella, nel 2002 nasce l’Azienda Agricola Torre A Oriente. L’intento è quello di portare avanti e valorizzare una tradizione familiare ultra-centenaria, che da sempre si è contraddistinta per la tipicità dei suoi prodotti. I primi passi partono dalle vigne, convertendo le vecchie pergole a spalliera ed infittendo gli impianti, per poi ristrutturare la cantina con attrezzature moderne e più efficienti. Gli allevamenti, di Aglianico e Falanghina, sono condotti con sistemi di lotta antiparassitaria integrata, a basso impatto ambientale quindi, favorendo altresì l’inerbimento dei filari per garantire una corretta nutrizione azotata. Di grande importanza è soprattutto il lavoro di governo che viene svolto sulla chioma e sul carico di gemme delle piante: fondamentale per regolare la giusta fotosintesi in funzione del carico dei ceppi, volontariamente contenuto per concentrare negli acini sostanze varietali e fenoliche. 

Quest’oggi vi parlo della Biancuzita 2014, il cru aziendale di Falanghina. Nel calice si tinge di una vivida tonalità paglierina dai riflessi giovanili. Al naso emergono profumi esotici di ananas non perfettamente matura, di mandarino e di nespola, accompagnati da toni floreali di peonia ed erbacei di macchia mediterranea. Il sorso è d’impatto, ricco, avvolgente, sorretto da una grande freschezza ed una sapidità che lo rende quasi masticabile, e completato da una lunga ed appagante chiusura di bocca incentrata sui toni fruttati ed erbacei. Una grande espressione di Falanghina in purezza, caratterizzata da una buona struttura, equilibrio e piacevolezza, che in un paio d’anni saprà regalare sicuramente una maggior compiutezza e degli spunti in più su cui riflettere. Attualmente è un vino che berrei intorno ai 10°C su antipasti e primi di pesce, in particolar modo con un’insalatina di Ceci e Gamberi profumata al rosmarino.

Prezzo in enoteca: 10-15€
Contatti: www.torreaoriente.com

Antonio Indovino, Sommelier dello Yacht Club di Marina di Stabia,
Degustatore Ufficiale e Responsabile del GDS AIS Penisola Sorrentina
 

I contenuti presenti sul blog Il Narratore Enoico, dei quali è autore il proprietario del blog, non possono essere copiati, riprodotti, pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all’autore stesso.
E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma.
E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore.
Copyright © Il Narratore Enoico by Antonio Indovino. All rights reserved.
 

Lascia un commento

Antonio Indovino sommelier nato a Vico Equense in provincia di Napoli è grande appassionato del mondo del vino, degli sport e di tutto ciò in cui c’è sana competizione.

Recent Posts